EcoFuturo

Il lusso è ecologista

Come le ecotecnologie stanno cambiando il mondo

Un nuovo stile di vita. Uno stile di vita migliore. Non abbiamo bisogno di tornare al Medio Evo per smettere di inquinare il pianeta e salvarci dall’estinzione.
Possiamo riuscire a salvare il mondo addirittura aumentando il nostro benessere in misura notevole. Questa è la grande novità che ci offre la rivoluzione delle ecotecnologie. Ogni lampadina ad alto risparmio energetico che dura 15mila ore fa risparmiare 150 euro e produce una luce fisiologicamente migliore per i nostri preziosi occhi. I pannelli solari termici cancellano le tue spese per l’acqua calda e ti evitano di scottarti con l’acqua troppo bollente: scegli tu la temperatura esatta con la quale vuoi lavarti e non perdi neanche tempo a miscelare la calda con la fredda fino a raggiungere (faticosamente) la temperatura ideale.
Le case isolate termicamente e dotate di un tetto ventilato ti fanno risparmiare dal 50 all’80% delle spese per il riscaldamento
e sono più asciutte d’inverno e più fresche d’estate. Le auto elettriche, ad aria compressa e a idrogeno fanno risparmiare centinaia di euro all’anno, sono meno puzzolenti e offrirebbero ai cittadini almeno 5 anni di vita in più preservandoli da malanni orrendi provocati dall’aria malsana delle città. Mangiare meno e limitare il consumo di carne rende esteticamente più belli e ti risparmia gli infiniti guai provocati dalla sovralimentazione e dall’obesità. E i soldi che risparmi non comprando carne e consumando una minore quantità di cibo puoi investirli nell’acquisto di alimenti più gustosi e di migliore qualità. I cibi biologici sono più saporiti e contengono il 50% in più di microelementi e vitamine.
Oggi potremmo essere tutti più ricchi adottando uno stile di vita che non spreca energia.

E attenzione: sprecare energia non ci dà nessun vantaggio: lavare i panni con una lavatrice di classe A++ non è più faticoso che farlo con una lavatrice di classe D - -.
Lo stile di vita ecologico ci porta a rinunciare a ben poche cose: andare a 200 all’ora in autostrada non è possibile con un’auto elettrica ma è anche illegale e imbecille.
Secondo gli studi di molti economisti il nostro sistema produttivo è basato sullo spreco: buttiamo via l’80% dell’energia e delle materie prime.
Sprecare non è un lusso, è stupido! Se smettessimo di buttare dalla finestra centinaia di miliardi di euro ogni anno staremmo molto meglio e il mondo sarebbe decisamente migliore. E razionalizzando i consumi potremmo facilmente dire addio all’era del puzzolente petrolio. Oggi esistono tecnologie meravigliose che ci permettono di ottenere energia elettrica dalla luce del sole, dal vento e dall’acqua. E tra l’altro bruciare, per far andare le auto, una sostanza come il petrolio, che ha impiegato centinaia di milioni di anni a formarsi, è un altro spreco assurdo. Ci sono migliaia di modi più intelligenti di utilizzarlo vista la sua incredibile duttilità. E un mondo che dipende da fonti di energia inesauribili e a disposizione di tutti gratuitamente, come il Sole, sarà certamente anche un mondo più pacifico e sicuro. Non è un segreto che il controllo delle fonti energetiche fossili sia oggi tra le principali cause della guerra e del terrorismo.
Vivere in un mondo pulito, pacifico e sano è un lusso meraviglioso. Vivere più a lungo evitando i malanni dello smog è estremamente
vantaggioso e piacevole. E, oltretutto, vivere in un mondo che rispetta l’ambiente è economicamente estremamente vantaggioso.
Cosa vuoi di più?
Ma c’è un altro aspetto dello sviluppo ecologico che inciderà profondamente nel nostro stile di vita. La rivoluzione delle ecotecnologie è uno degli aspetti di questo nuovo modello economico e sociale.
Alle aziende che vendono ecotecnologie conviene che i clienti siano soddisfatti. La loro possibilità di successo commerciale è legata al diffondersi della convinzione che l’ecologia conviene. Infatti il principale scoglio che queste aziende si trovano davanti è il ritardo nella comprensione di quanto le ecotecnologie siano convenienti.
E, indiscutibilmente, il modo migliore di dimostrarlo al grande pubblico è quello di avere clienti molto soddisfatti.
La rivoluzione delle ecotecnologie impone naturalmente agli imprenditori di adottare la filosofia di impresa che gli anglosssoni
chiamano all win (tutti vincono).
La nostra economia è oggi strutturata in modo da premiare spesso il più furbo piuttosto che il più onesto e capace.
Internet ha aperto la strada a un modello di impresa basato esclusivamente sulla completa soddisfazione del cliente.
Google, Ebay, You Tube, sono imprese che DEVONO soddisfare appieno le aspettative e che basano i loro utili addirittura sulla capacità di regalare il prodotto migliore possibile. Il guadagno che ottengono deriva direttamente dal successo di quel che regalano. Più persone utilizzano il loro regalo più soldi guadagnano. E proprio qui sta l’origine dell’incredibile rapidità con la quale è salita la quotazione di Google in borsa. Oggi regalare è il modo più rapido per accumulare denaro. Quando nacque Google molti si chiesero come potessero guadagnare se non facevano pagare i servizi dei loro motori di ricerca. Poi si è visto che a partire da questo servizio Google riusciva a raccogliere milioni di naviganti e quindi incassava vendendo spazi pubblicitari sul proprio portale. Oggi Google
continua a espandersi aumentando i servizi che regala: le immagini del mondo dal satellite, le caselle di posta elettronica, le
statistiche sugli accessi ai siti internet. Più servizi di ottima qualità regala, più persone arrivano, più denaro incassa con la
pubblicità e vendendo altri servizi sempre più raffinati e utili La rivoluzione ecologica è intimamente legata al web. Chi vuole risparmiare energia e denaro cerca informazioni sul Web.
E su internet trovi i giudizi dei consumatori sull’efficienza delle tecnologie e la professionalità delle ditte che le propongono. Il
pubblico che sceglie di risparmiare energia è un pubblico particolarmente attento e informato e capace di determinare con i
suoi giudizi il successo o l’insuccesso di una tecnologia o di un’azienda.
Internet e le ecotecnologie insieme portano naturalmente a esperienze di consociazione tra consumatori interessati a garantirsi migliori condizioni di acquisto e maggiori garanzie.
Il pubblico che cerca innovazioni le cerca in rete e ha gia assimilato mentalmente i vantaggi dell’agire in gruppo proprio perché la rete è piena di esempi, da Wikipedia (l’enciclopedia scritta e corretta da migliaia di utenti) o Linux (il programma operativo scritto da migliaia di utenti che oggi sta dando dei bei punti a Windows di Bill Gates, l’uomo più ricco del mondo).
Così io credo che l’impatto di ecotecnologie e internet insieme avrà come risultato un cambiamento dello stile di vita e lo svilupparsi di una cultura dell’acquisto consociato, dello scambio e del baratto, dei sistemi di controllo di qualità getiti direttamente dai consumatori.
E tutto questo ci porterà a valorizzare i beni veramente importanti nella vita.
Scopriremo che correre a 200 all’ora sull’autostrada in fondo non è il piacere più grande e che fare sesso con amore o contemplare il tramonto regalano godimenti più profondi.
Baderemo meno alle griffe dei vestiti e più alla qualità dei tessuti. Faremo meno caso ai sottopiatti d’argento e più a quel che mettiamo in bocca.
Cercheremo di lavorare meno e passare più tempo a giocare con i nostri bimbi e i nostri amici.
Vorremo sperimentarci in attività creative e di relazione piuttosto di dannarci per guadagnare cento euro in più.
Vivere risparmiando energia e cercando il vero valore delle cose costa meno ed è meglio.
Una casa in campagna costa cinque volte meno di una in città.
Andare in giro con un’auto elettrica costa dieci volte meno che usare un’auto a petrolio. Noleggiare auto, lavatrici e tv pagando a consumo invece che comprali è un altro modo per aver il meglio risparmiando.
Lavorare su internet, usare il baratto, non comprare cianfrusaglie inutili e prodotti che si scassano subito ti permette di lavorare meno.
La discoteca è cara, organizzare una festa tra amici non costa niente.
Le cose migliori della vita sono gratis: volersi bene, massaggiarsi, fantasticare, fare arte, raccontare barzellette.
Insomma, sono convinto che la rivoluzione delle ecotecnologie stia per aprire la porta a un grande periodo di cambiamento che arriverà a rovesciare piacevolmente le priorità del modello di vita attualmente dominate.

Se ho ragione il futuro sarà molto gradevole e affascinante.

Jacopo Fo

Visite: 2237