EcoFuturo

MarkOne, la stampante 3d per la fibra di carbonio

Categoria: Stampanti 3D
Mark One: the world's first Carbon Fiber 3D printer

Continua il nostro viaggio tra le stampanti 3D: oggi presentiamo la MarkOne, inventata da Gregory Mark, co-fondatore di Aeromotions, che è la prima e finora unica stampante 3d in grado di creare oggetti in fibra di carbonio (oltre che fibra di vetro, nylon e polimeri termoplastici). L'area di stampa è di 57x36x32 cm, può essere posta sopra una normale scrivania e gli oggetti che stampa hanno una durezza fino a 20 volte superiore rispetto alle plastiche tradizionali e una resistenza 5 volte maggiore.
Si può ordinare attraverso il sito markforged.com a 5.000 dollari, circa 3.650 euro.

Una stampante 3D nello spazio

Categoria: Stampanti 3D
Stampante 3D NASA

La NASA vuole spedire una stampante 3D a bordo della Stazione spaziale per permettere agli astronauti di costruire direttamente in loco alcuni dei pezzi di ricambio che servono per la manutenzione della ISS. I test della stampante, prodotta da Made in Space e capace di creare oggetti in assenza di gravità, sono iniziati ad agosto e stanno dando ottimi risultati; e sono state superate anche tutte le prove richieste per ottenere la certificazione di volo dall’agenzia governativa statunitense.
Una stampante 3D nelle missioni spaziali ridurrebbe costi ed eviterebbe incidenti come quello dell'Apollo 13 nel 1970.
“Immagina un astronauta che deve fare una riparazione 'di vita o di morte' sulla ISS. Invece di sperare che le parti necessarie e gli utensili siano già sulla stazione, come sarebbe se questi pezzi venissero stampati in 3D quando servono?” ha spiegato Aaron Kemmer, amministratore delegato di Made in Space.
Il prossimo passo è il replicatore di Star Trek!!!
(Fonte: Webnews.it, segnalata da Mario T.)

Che mi stampo per uscire stasera?

Categoria: Stampanti 3D
OpenKnit, vestiti stampati in 3D

Dopo i mattoncini Lego, i mobili, le biciclette, gli esoscheletri per i disabili, le case (!) ora si possono stampare in 3D anche i vestiti. Merito del progetto open source “OpenKnit” messo a punto dal designer spagnolo Gerard Rubio, che ha messo a disposizione di tutti, gratuitamente, caratteristiche e specifiche tecniche della stampante. Per costruirla ci vogliono circa 550 euro, mentre il software che serve a disegnare in digitale e in 3D gli abiti è gratuito e si chiama Knitic.
“Vorrei che OpenKnit generasse entusiasmo tra i politici e i pensatori in modo che possano essere create più macchine; in questo modo la community potrebbe fiorire e il progetto potrebbe evolvere collettivamente e organicamente dal momento che ogni nuovo utente diventa uno sviluppatore. Le possibilità di questa tecnologia sono incredibili” ha spiegato Rubio in un'intervista a Ecouterre.com.
Il sito ufficiale del progetto, dove potete trovare tutte le istruzioni, è https://github.com/g3rard/OpenKnit
All'indirizzo http://doknityourself.com/ è stato invece creato uno spazio web dove chiunque può condividere le proprie creazioni e le proprie idee.
Qui il sito del software di progettazione https://github.com/mcanet/knitic
(Fonte: Greenme.it)