EcoFuturo

Un esoscheletro stampato in 3D

Categoria: Stampanti 3D

Nel 1992, Amanda Boxtel è rimasta vittima di un grave incidente sciistico che l'ha lasciata paralizzata dalla vita in giù. Oggi, grazie a un esoscheletro creato con una stampante 3D, è tornata a camminare. Ekso-Suit è stato costruito dalla statunitense 3D System e Amanda è stata la prima di 10 collaudatori selezionati. Prima il corpo di Amanda è stato scansionato, poi grazie alla progettazione 3D ci hanno disegnato attorno l'esoscheletro che è stato infine stampato e assemblato. Sono stati aggiunti attuatori e altri dispositivi per un maggior controllo e per la sicurezza dell'utilizzatore.
“Questo progetto rappresenta il trionfo della creatività umana e della tecnologia - afferma Amanda - che si sono unite per restituirmi le funzioni in modo sorprendente”.
Dall'idea al primo test ci sono voluti solo tre mesi di lavoro e l'esoscheletro costa meno di un prodotto simile costruito con tecniche tradizionali.
http://www.amandaboxtel.com/
(Fonte: Repubblica)

Visite: 2093