EcoFuturo

Cosa comporterà la stampa in 3D per il mondo del lavoro?

Categoria: Stampanti 3D
Cosa comporterà la stampa in 3D per il mondo del lavoro?

Un articolo di David Seligson, ILO Mechanical and Electrical Engineering Specialist, pubblicato su lavorodignitoso.org

La stampa in 3D è pronta a rivoluzionare l’industria manifatturiera. Che impatto avrà in termini di posti di lavoro dell’industria manifatturiera di oggi?

Mia moglie guida un Honda, comprata di seconda mano. Ma se volessi, oggi potrei stamparmi una nuova Honda a grandezza naturale o in miniatura direttamente a casa mia con una stampante in 3D e files che posso trovare gratuitamente sul sito dell’Honda. Ok, non sarebbe una macchina vera e propria, bensì un semplice modellino di plastica, ma anche questo ora sta per cambiare.

La stampa in 3D – o manifattura additiva – è oggi utilizzata per qualsiasi cosa: da componenti di aerei a protesi delle gambe e delle braccia. L’anno scorso, il volume d’affari della stampa in 3D ha totalizzato circa 777 milioni di dollari e potrebbe salire a oltre 8,4 miliardi entro il 2025, secondo uno studio di Lux Research.

Attualmente la prototipazione costituisce oltre il 95 per cento del mercato della stampa in 3D, ciò consente agli ingegneri di produrre e testare componenti o parti di veicoli, aerei e così via senza la necessità di riorganizzare le aziende o aspettare l’arrivo di componenti. Anche il mercato dei consumi sta per esplodere.

CONTINUA A LEGGERE CLICCA QUI

Visite: 1796